La nostra storia

1891

L’antica trattoria SISTI nasce nel 1891 quando il bis nonno Negri Sisto fondò un osteria esclusivamente basata sulla mescita di vino di propria produzione e in parte acquistato dai compaesani, accompagnato da spuntini caserecci.

Ai tempi l’osteria era conosciuta in tutti i paesi limitrofi per una piccola sala da ballo, cosa di mondanità elevata. Con un antico verticale, ancora presente nel locale, si ballava a suon di valzer fino a tarda sera anche se “l’era pit stùnat, finendo quasi sempre con una scazzottata per una paesana o per un bicchier di vino.

Il SISTI è sempre stato un punto di ritrovo sia per fare due chiacchiere all’ombra dell’enorme glicine, o per fare una partita nel campo di bocce di fronte al locale.

“ Mi raccontava la nonna che quando il bis nonno Sisto acquistava il vino, chi lo vendeva lo decantava come il più buono di Castione, ma poi quando erano all’Osteria e chiedevano “un mez de qel bun”e il Sisto diceva “te dò de quel bun, te dò del tò?” rispondevano con una imprecazione “sprefund ! bevel po’ ti mi el bevi tut l’an.” allora riusciva a rifilaglielo solo quando ne avevano bevuto una brenta di quello buono, e le occasioni non mancavano di certo a quei tempi si bevevo solo quello e anche tanto.

Alla festa di San Martino patrono del paese si faceva festa grande, e il vino scorreva a fiumi al SISTI, si ballava con il verticale, era l’evento mondano dell’anno a Castione.

Attirava tutta la gente delle contrade e dei paesi vicini, si ballava e beveva fino a tarda notte ultimando quasi sempre in una scazzottata, per una paesana o per un biccher di vino.

Altra occasione per bere il vinello era il gioco delle bocce, che il Sisto non mollava mai, ogni qual volta cominciava una nuova partita portava una pinta di vino e diceva “se po’ minga sta chi a fa filugn” era il prezzo da pagare a chi perdeva.

Il Sisto coltivava nella sua tenuta l’uva del noto vino sassella e nel orto coltivava ogni tipo di verdura, famosa la aspargera che per la posizione soliva e riparata dava i suoi asparagi fino a stagione inoltrata, fichi e ciliegi erano rigogliosi e curati.

Quando il Sisto si appisolava sotto la grande glicine i “bagai” ragazzi cercavano di rubagli le ciliegie dalla pianta ma …. si diceva che il Sisto dormiva con un occhio aperto e la ragazzata finiva sempre con una corsa nelle vigne.

1989

Agli inizi degli anni novanta, giovane coppia in procinto di sposarsi, decidiamo di ritirare la piccola osteria di famiglia per crearci un futuro da soli.

Iniziano così anni pieni di cambiamenti, ristrutturiamo pezzo dopo pezzo il locale, cercando di trasmettere anche all’ambiente quella semplicità e calore tipici della vita in Valle. Sfruttiamo tutte le occasioni per imparare, sia dai nostri stessi errori che da coloro che non ci hanno mai fatto mancare un aiuto o un consiglio.

Il Sisti stava diventando non solo un luogo di lavoro, ma anche pate integnrate della famiglia che stavamo costruendo. Qui abbiamo cresciuto due figli a cui abbiamo insegnato il valore del lavoro e a cui abbiamo tramandato i valori.

Nel 2019, con una grande festa abbiamo voluto festeggiare i nostri vent’anni di disti. Invitando tutti i clienti più affezionati che orami fanno parte anceh loro di questa grande famiglia.

2012

L’attenzione per la qualità dei prodotti e la conoscenza in prima persona delle difficoltà che da celiaco si devono  affrontare quando si mangia fuori casa ci hanno spinto nel 2012 ad entrare nella grande famiglia dell’AiC. Da allora abbiamo cercato di offrire ai nostri clienti le versioni dei nostri piatti tipici, quali sciat, pizzocheri, che più si avvicinassero alle ricette tradizionali. Continuando a studiare e migliorare costantemente le nostre ricette.

2019

Nel 2019, con una grande festa abbiamo voluto festeggiare i nostri trent’anni di Sisti. Invitando tutti i clienti più affezionati che ormai fanno parte anche loro di questa grande famiglia.

1891

Tell your visitor how your service can improve their life. Connect with the problem that they’re trying to solve and address any objections you think they might have.

 

What is the biggest benefit your customer will get from this? Keep your target audience in mind.

From $99

Why Love Nature

Your customers just learned what services you offer. Tell them why they should work with you or your team, for example you could highlight your experience and positive client reviews.

 

The badges illustrate this.  We also focus on key benefits they will get while using our services, namely quick turnaround times and dedicated support. You could also use them to show awards you won for your best work.

8 Years Experience

5 Star Rating

Quick Turnaround

Dedicated Support